Spelacchio è il soprannome dell’albero di Natale che due anni fa, in piazza Venezia a Roma, è diventato tristemente e ironicamente famoso perché ha cominciato subito a perdere i suoi aghi. Quest’anno è tornato, sempre a Piazza Venezia, con la sponsorizzazione di Netflix. L’inaugurazione c’è stata il giorno dell’Immacolata, l’8 dicembre, ed è andata in contemporanea con quella di un altro albero di Natale, più famoso, quello di piazza S. Pietro in Vaticano. La sindaca Virginia Raggi ha detto:

Invito tutti i cittadini a venire qui a vedere l’albero e a portare i bambini, potranno interloquire con Spelacchio, fare foto e selfie, spedire qui le loro letterina di Natale.

Nello specifico si tratta di un abete Nordmanniano di 23 metri e 12 tonnellate di peso proveniente dal vivaio di Cittiglio, nella zona di Varese. Per il secondo anno consecutivo parla con la voce di Pino Insegno. È stato addobbato con 80mila luci a led e mille tra sfere e cristalli di neve argentati.

Sotto Spelacchio c’è l’allestimento del nuovo villaggio di Natale targato Netflix, un’area interattiva per famiglie e bambini ispirata al primo film di animazione del canale, Klaus, dove sarà possibile scattare selfie in compagnia di Jesper e Klaus. E dal 9 dicembre i più piccoli possono anche inviare letterine per Babbo Natale. In questo video l’ex capitano giallorosso Francesco Totti pubblicizza proprio l’Ufficio Postale di Babbo Natale allestito sotto l’albero di piazza Venezia, che raccoglie le letterine con i desideri dei bambini romani.

Commenta

Loading Facebook Comments ...