LA SITUAZIONE DEL LAZIO

Sono 46 i nuovi casi di coronavirus a Roma nelle ultime 24 ore. Un dato che è il doppio rispetto a quello fatto registrare lunedì. Nel dettaglio, nella Capitale, 20 nuovi casi positivi arrivano dalla Asl Roma 3 di cui 7 in isolamento domiciliare, mentre sono rispettivamente 12 e 14 i nuovi casi Covid dalle Asl Roma 1 e Asl Roma 2.

In provincia sono 26 i nuovi contagiati con la punta massima registrada nella Asl Roma 6 con 15 nuovi casi positivi. Positivo il bilancio che arriva da Latina e Rieti con 0 nuovi contagiati. Complessivamente, in un giorno, nel Lazio sono 80 i nuovi pazienti.

Sono 4402 gli attuali casi positivi nella Regione Lazio. Di cui 2792 sono in isolamento domiciliare, 1380 ricoverati non in terapia intensiva e 184 ricoverati in terapia intensiva. 363 sono i pazienti deceduti e 1130 le persone guarite. In totale sono stati esaminati 5985 casi.

IL DECALOGO DELLA REGIONE LAZIO
Coronavirus – siamo tutti in prima linea per contenere il contagio. Rispettare queste indicazioni è una tua responsabilità. La Regione Lazio ha attivato una campagna d’informazione per illustrare ai cittadini quali misure assumere per contenere la diffusione del virus.

Parte la campagna d’informazione della Regione Lazio sul Coronavirus che verrà diffusa nei prossimi giorni su social, stampa quotidiana e affissa in tutto il territorio della Regione Lazio, per illustrare ai cittadini quali misure assumere per contenere la diffusione del virus.

Sette regole, quindi, da rispettare per combattere la diffusione: come mantenere una distanza di sicurezza tra le persone o evitare incontri con individui con sintomi respiratori; lavarsi spesso le mani o coprirsi bocca e naso con il gomito in caso di tosse o starnuto; ridurre la partecipazione a eventi pubblici o affollati; evitare di prendere l’ascensore con altre persone e porre la massima attenzione alla pulizia o igiene personale e di tutti i luoghi che si frequenta.

Chiaramente in caso di febbre – come spiega il vademecum – tosse o dolori muscolari bisogna evitare il pronto soccorso e contattare il proprio medico di base. In caso di prefisso 06 si può contattare anche l’112, mentre per gli altri prefissi del Lazio il numero verde 800 118 800.

“Ciascuno di noi deve fare la propria parte. I comportamenti individuali fanno la differenza e solo modificando le nostre piccole abitudini potremo contrastare la diffusione del Coronavirus. Seguiamo le indicazioni della scienza con responsabilità”.

Scarica il decalogo della Regione Lazio.

(Aggiornamento del 21 aprile 2020)

Commenta

Loading Facebook Comments ...